Abbattitori Smart VOC Installa e Dimentica! Contatti

Il caso Tikkurila: oltre 17 anni di abbattimento COV da produzione di vernici

Sono oltre 17 anni che la Tikkurila, azienda finlandese leader europea nella produzione di vernici industriali e speciali, sta abbattendo le sue emissioni COV tramite il primo sistema di abbattimento catalitico per COV sul mercato. Da allora, tale tecnologia si è rivelata molto promettente ed efficace nella risposta alle nuove sfide ambientali.

Nei primi anni ’90, le autorità ambientali Finlandesi obbligarono lo stabilimento di Tikkurila a gestire ed abbattere le emissioni di idrocarburi risultanti dalle produzioni di vernici decorative. Queste emissioni, oltre che essere dannose, sono anche causa di forti e spiacevoli odori non sopportabili dagli abitanti.

Fu cosi che venne realizzato il primo abbattitore catalitico per COV, progettato e realizzato dal CTO della Formia Reijo Lylykangas. Da allora, l’abbattitore lavora perfettamente garantendo un costante livello di efficienza e l’eliminazione degli odori.

L’incinerazione catalitica dei COV è una soluzione eccellente ed affidabile

“Anche se la percentuale di prodotti a base acquosa è in continua crescita, le vernici con solventi continueranno a dominare il mercato ancora a lungo, specialmente nel campo delle vernici industruiali”. Questo è quello che sostiene il Responsabile Ambiente di Tikkurila, Pekka Kotilainen, che dichiara altresì: “La legsilazione Europea richiede che le aziende produttrici di vernici, collanti o solventi riducano le emissioni COV al di sotto di determinati limiti. Una possibile soluzione è l’utilizzo di prodotti a base d’acqua (al posto dei solventi); alternativamente, si possono usare sistemi di abbattimento dei fumi di scarico della produzione, e in questo senso, la tecnologia Catalitica è una scelta eccellente”.

L’impianto catalitico in Tikkurila sta operando con successo da oltre 17 anni, il più delle volte su tre turni giornalieri. Tikkurila segue delle strette norme di emissione ed esegue test di emissioni quattro volte all’anno.

“Secondo la normativa vigente sui COV [per lo specifico caso Tikkurila], il limite richiesto è di 100 mgC/Nm3, e il sistema deve essere operativo almeno per il 96% del tempo di lavoro in stabilimento. Fino ad adesso, non abbiamo mai avuto problemi legati a queste specifiche”, sostiene Kotilainen. “L’ossidatore COV opera in maniera completamente automatica e non necessita di azioni correttive giornaliere e neppure settimanali. Controlliamo tutti i parametri di funzionamento tramite un Control Panel comodamente collocato in una sala controllo, tre volte al giorno. Una volta a settimana, eseguiamo un semplice controllo visivo/uditivo del funzionamento dell’impianto”, spiega Rainer Lanaeus, Responsabile Manutenzione HVAC di Tikkurila.

Il sistema di abbattimento, durante gli anni, non ha mai richiesto particolari interventi di manutenzione, eccetto la sostituzione sporadica di alcune guarnizioni valvole e resistenze. Ogni anno e mezzo vengono cambiati i filtri per le polveri. Rainer Lanaeus sostiene che “Il funzionamento del catalizzatore non è mai peggiorato in questa lunga vita operativa, anche con concentrazioni di solventi elevate in certi casi”. Tutto questo grazie all’impregnazione tramite metalli nobili (principalmente Platino e Palladio), gli stessi usati per le autovetture.

Questo primo impianto installato a Tikkurila rappresenta l’inizio della storia degli abbattitori Formia. Nel corso degli anni, gli impianti sono migliorati in termini di dimensioni (sempre più ridotta), efficienza (sempre più alta) e consumi (sempre più bassi).

Oggigiorno siamo onorati a fornirvi i migliori e più compatti sistemi Catalitici di abbattimento COV sul mercato!